BRAVI DIRIGENTI SI DIVENTA… a partire da una buona preparazione

Tantissime sono le competenze che un insegnate deve dimostrare di possedere se vuole accedere alla funzione dirigenziale. Lo studio non è sufficiente, bisogna saper selezionare quello che serve veramente per superare le tre fasi concorsuali: la prova preselettiva, la prova scritta e la prova orale.

La piattaforma ha questo obiettivo: offrire una guida sicura a partire dalla prima fase. I nostri esperti hanno scelto i materiali di studio e i test ritenuti fondamentali per poter affrontare il concorso con sicurezza e serenità.

L’articolazione della piattaforma

La piattaforma è articolata in 9 macro aree, così come sono state indicate nello schema di regolamento. Ogni macro area contiene 10-20 argomenti, per un totale di 110 argomenti.

Il primo vantaggio per il candidato è quello di poter fruire subito di un planning, utilissimo per ottimizzare il tempo da dedicare allo studio.

Ognuno dei 110 argomenti è affrontato attraverso due supporti che, insieme, forniscono gli strumenti di base per comprendere in maniera chiara quali saranno i compiti, le responsabilità, i saperi richiesti per la nuova professione. Si tratta di:

• un saggio approfondito e aggiornato, sia sul piano storico e culturale sia su quello normativo e giuridico (quindi 110 saggi);

• una batteria di test per ogni argomento che comprende da un minimo di dieci ad un massimo di 40 domande (per un totale di 2.000 test complessivi). Ogni item è accompagnato da feedback.

Inoltre, le questioni più attuali o comunque più pertinenti saranno approfondite con webinar realizzati da autorevoli esperti del mondo della scuola (per un totale di 40 webinar).

L’importanza dei test

Rispetto alle passate edizioni, abbiamo potenziato in modo particolare la parte relativa ai test, consapevoli dell’importanza che hanno per la prova preselettiva. Anche se ad ogni saggio corrisponde una o più batterie, abbiamo voluto proporre domande che andassero anche oltre gli stessi contenuti dei saggi, proprio per favorire ulteriori approfondimenti. I feedback, tendenzialmente molto articolati, sono finalizzati proprio ad esplorare altri campi.

Tre modi diversi per esercitarsi

• in maniera sequenziale e progressiva seguendo ogni singolo argomento: è la fase dell’analisi e dello studio. Per rendere più agevole la preparazione abbiamo predisposto blocchi di 10 domande.

• In maniera non sequenziale attraverso batterie di test che mescolano gli argomenti all’interno di una stessa area. È la fase dell’allenamento, per questo abbiamo ritenuto utile predisporre blocchi da 20 domande.

• In maniera random attraverso batterie di test che uniscono tutte le aree. È la fase della prova generale. Per questo motivo abbiamo predisposto batterie di 50 domande. Si presume, infatti, che la prova preselettiva contenga proprio 50 test.

L’impostazione della piattaforma, pur essendo mirata al superamento della prova preselettiva, permette di avere un quadro completo su tutto il programma di studio e di padroneggiare i diversi argomenti concorsuali. È questo un requisito fondamentale per affrontare con sicurezza anche le prove successive