Dalla rendicontazione 2022 al nuovo PTOF, in coerenza con il PNRR

Con la nota 19 settembre 2022, n. 23940 il Ministero ha fornito le consuete indicazioni per l’aggiornamento dei documenti strategici, con non poche novità rispetto al passato. In questo contributo analizziamo gli aspetti più interessanti della progettazione 2022-2025, sintetizzando i passaggi principali e le tempistiche che le scuole devono tenere sotto controllo. Aggiornare o progettare il PTOF? La prima novità

Un aiuto per la leale collaborazione tra Revisori e scuole

L’Ufficio VII della Direzione Generale per le risorse umane e finanziarie del Ministero dell’Istruzione, in questi ultimi giorni, ha promosso e coordinato il «Vademecum» o «Linee guida» per il controllo di regolarità amministrativa e contabile delle istituzioni scolastiche. Il documento è uno strumento a disposizione dei Revisori dei conti per il controllo della regolarità amministrativo-contabile delle istituzioni scolastiche al fine

Le risposte che servono per migliorare la scuola

Ministri, sottosegretari, sindacalisti, pedagogisti, politici, dirigenti del Ministero, dirigenti scolastici, insegnanti e tanti genitori elencano le cose che servono alla Scuola… ma qualcuno ascolta veramente i bambini e i ragazzi? Se un giorno un novello Noè… Finalmente è ritornato il sole! Il clima resterà così per almeno due secoli, Temperature oscillanti tra i 19-20 gradi notturni e i 26-29 gradi

Il bello della scuola all’aperto

“Scuola all’aperto” è un metodo pedagogico sempre più diffuso nelle scuole di tutto il pianeta. Adatto a bambini e ragazzi di ogni età, esso consiste nello svolgere le lezioni a contatto con la natura, sfruttando gli spazi all’aperto di pertinenza degli edifici scolastici, utilizzando le uscite didattiche come escursioni e visite in contesti antropizzati e non, luoghi e ambienti di

È la scuola il problema?

In poche righe non si affronta una questione ad alta complessità. Si può, tuttavia, passare al crivello del dubbio la vulgata corrente. Soprattutto se controversa. Per l’ex-preside Maria Pia Veladiano, l’“ascensore sociale” è una “bruttissima espressione” perché, spiega la scrittrice, “non si tratta di salire o scendere, dove salire vuol dire, nel sottotesto del nostro parlare, essere più ricchi e

Dalle analisi alle proposte di Save the Children

Nell’annuale rapporto pubblicato lo scorso 7 settembre e puntualmente curato, come da diversi anni a questa parte, dalla sezione italiana dell’organizzazione internazionale Save the Children, viene tratteggiato un quadro a tinte piuttosto fosche della situazione riguardante gli studenti italiani. Vengono analizzati i dati che mostrano alcune inequivocabili debolezze del nostro sistema scolastico, ma non mancano proposte e raccomandazioni per un

Una scuola di partecipazione democratica

Lo scioglimento delle Camere del 21 luglio 2022, seguito alle dimissioni del premier Draghi, ha decretato la fine della 18a legislatura conducendo alle elezioni anticipate del 25 settembre prossimo dalle quali scaturirà il nuovo esecutivo. L’inattesa chiamata al voto è stata, per molti, motivo di sconcerto, soprattutto per i giovani della cosiddetta Generazione Z che, chiamati alle urne per la

Per guardare oltre, verso il futuro

1° settembre, avvio del nuovo anno scolastico. Nel giro di due settimane, inizio dell’attività didattica (a seconda del calendario stabilito da ciascuna Regione). Leggendo i titoli dei giornali, tante variazioni su un unico Leitmotiv: il ritorno alla normalità. Ma è veramente così? Vediamo. Ritorno alla normalità? Forse è il caso di rammentare che, negli ultimi due anni solari, negli ultimi

Unisciti al franchising numero 1 nell’educazione. Apri un centro educativo Kumon a Roma e a Milano.

Il mondo educativo è in continua evoluzione ed esistono dei metodi di apprendimento molto interessanti, diversi rispetto al sistema tradizionale a cui siamo abituati fin da piccoli. Oggi analizziamo un metodo di apprendimento dove si lavora in un modo completamente distinto rispetto al sistema tradizionale e dove gli alunni hanno la possibilità di aumentare la loro capacità, la loro indipendenza,

Una professionalità che ha radici lontane

Dopo lo scioglimento delle Camere (21 luglio 2022) che ha decretato la fine della 18a legislatura, il governo che scaturirà dalle elezioni anticipate del 25 settembre prossimo vedrà un nuovo esecutivo, con un nuovo Ministro dell’Istruzione, il 5° in cinque anni. Con le dimissioni del premier Draghi si è concluso, infatti, anche il mandato di Patrizio Bianchi, titolare di alcuni importanti

Valorizzare la professionalità docente

Una riforma serve per migliorare la scuola, e quindi tutto il nostro Paese. Perché una riforma da impossibile diventi possibile, è necessario che I 20 temi suggeriti, per esempio, nel libro di Giancarlo Cerini in Atlante delle riforme (im)possibili non siano solo nell’agenda del Ministro dell’Istruzione, ma anche in quella del Governo, nei calendari dei due rami del Parlamento, e

La novità del test finale

Con la nota ministeriale del 25 agosto scorso (prot. n. 30998) sono state trasmesse alle scuole le nuove disposizioni concernenti il percorso di formazione e di prova del personale docente ed educativo, contenute nel DM 226 del 16 agosto 2022. Il nuovo DM riprende i contenuti di quello precedente (DM 850 del 27 ottobre 2015), cioè l’impalcatura per le attività

Una nuova opportunità formativa

Il 9 settembre 2022, con nota 2116 a firma del Capo Dipartimento per il Sistema Educativo di Istruzione e Formazione, Dr. Stefano Versari, il Ministero dell’Istruzione ha emanato le prime indicazioni riferite all’insegnamento dell’educazione motoria nella scuola primaria in applicazione di quanto disposto dalla legge n. 234 del 2021 (art. 1, commi 329 e seguenti) chiarendo come procedere per l’attuazione

Molto rumore per nulla

Il conflitto è parte della vita sociale. Non va rimosso, ma affrontato, governato e gestito. valutando idee e proposte, sottoponendole, come si usa ripetere, a un ragionevole fach-checking, in ordine al rapporto costi-benefici, senza escludere una programmazione per step e una sperimentazione in itinere. In queste righe si cercherà di sfuggire allo schema amico-nemico, alle singolar tenzoni assai poco cavalleresche,

Un fondo spendibile per incrementare gli ITS

Ai sensi della legge 99 del 15 luglio 2022, gli ITS acquisiscono il nome di Istituti tecnologici superiori (ITS Academy) ed entrano a fare parte integrante del sistema terziario di Istruzione tecnologica superiore. Ai nuovi ITS è consegnato il compito di rafforzare e accrescere le opportunità di formazione professionalizzante dei profili tecnici superiori, dotati di competenze tecnologiche e tecnico-professionali notevoli, per supportare

Al via il coordinamento pedagogico territoriale

Come si legge dal Decreto legislativo 65/2017, il “Sistema integrato di educazione e di istruzione deve garantire a tutte le bambine e i bambini, dalla nascita ai sei anni, pari opportunità di sviluppare le proprie potenzialità di relazione, autonomia, creatività e apprendimento per superare disuguaglianze, barriere territoriali, economiche, etniche e culturali”. Ma l’anno scolastico 2022-2023, da poco iniziato, si presenta

Un laboratorio per sviluppare la cultura digitale nei luoghi di cura

Negli ultimi anni gli scenari produttivi stanno mutando, le nuove tecnologie (stampanti 3D, fresatrici, plotter da taglio…) stanno consentendo di affiancare alla produzione di massa una produzione di serie limitata in grado di rispondere a criteri di vendita completamente differenti, più flessibili e adattabili alle nuove esigenze dell’acquirente. Ciò garantisce la diffusione di prodotti e servizi personalizzati che tengano conto

Un decreto che tutela la genitorialità

È opportuno ricordare che per congedo parentale si intende un periodo facoltativo di astensione dal lavoro di cui, previa concessione, possono beneficiare i genitori per la cura e l’assistenza del bambino, nei suoi primi anni di vita al fine di soddisfarne i bisogni affettivi e relazionali. La legge che disciplina i tempi, le modalità di astensione e le eventuali forme

Un modo nuovo di vivere la cittadinanza

Il Service Learning (SL), nella accezione, già condivisa in un precedente contributo[1], di «approccio educativo che combina gli obiettivi di apprendimento con il servizio alla comunità al fine di realizzare un’esperienza di apprendimento pragmatica e progressiva, che si intreccia con i bisogni della società», ha tratti distintivi ed identitari che meritano di essere approfonditi per orientare al meglio la progettualità

Un altro passo per realizzare in sistema integrato 0-6

Le linee pedagogiche del sistema integrato 0-6 (Decreto Ministeriale n. 334 del 22 novembre 2021) al punto 5 della VI parte relativa alle “Garanzie della Governance” descrivono gli interventi strategici per la realizzazione del sistema integrato, in particolare il ruolo del coordinatore pedagogico e del coordinamento pedagogico territoriale. La figura del coordinatore è rilanciata anche dagli Orientamenti Nazionali per i

Le sfide per il welfare

“Ce lo chiede l’Europa”. È un’espressione che ricorre spesso quando si affrontano i temi più importanti delle politiche pubbliche nel nostro Paese, ma altrettanto spesso non conosciamo i dati e le evidenze che hanno reso indifferibile una scelta o una decisione. Proviamo, perciò, a leggere (e condividere) nei dati resi disponibili dalle diverse Agenzie che lavorano per la Commissione europea

Indicazioni strategiche per un rientro a scuola in sicurezza

Sta per iniziare il nuovo anno scolastico e, fra meno di un mese, circa 7,4 milioni di studenti ritorneranno tra i banchi di scuola. Al fine di garantire un rientro in sicurezza, l’Istituto Superiore della Sanità, con i Ministeri della Salute e dell’Istruzione e con la Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, ha pubblicato, nel giro di una settimana,

Servono modalità valutative diverse, rigorose e più efficaci

L’inizio di un nuovo anno scolastico ripropone frequentemente temi che richiamano serrati confronti e punti di vista a volte diametralmente opposti. Il problema della valutazione degli apprendimenti è certamente uno di questi ed alimenta anche nella pubblica opinione posizioni spesso divisive. In particolare, la non ammissione alla classe successiva, più nota come bocciatura, accentua ulteriormente il giudizio tra coloro che

Come contrastare i ritardi e gli abbandoni

Nello scorso mese di luglio sono stati pubblicati dal Ministero dell’Istruzione gli ultimi dati sugli alunni con cittadinanza non italiana[1]. Il documento si presenta ricco di informazioni che possono costituire un interessante punto di partenza per ritornare a ragionare sulla reale dimensione del fenomeno ma soprattutto per individuare i bisogni di questa fascia di popolazione scolastica che si presenta con

Dall’alfabetizzazione allo sviluppo personale

Il 15 luglio scorso il MIUR ha emanato la circolare n. 18250 avente ad oggetto le indicazioni sui percorsi di istruzione per gli adulti relative all’anno scolastico 2022/2023. Il riferimento va, sia alle disposizioni impartite con la nota prot. n. 7755 del 3 Maggio 2019[1], sia alla nota prot. n. 29452 del 30 novembre 2021 con cui il MIUR –

Tra realtà e futuribile

Anche quest’anno, nei giorni 24-27 luglio 2022, si è rinnovata nella splendida cornice dell’isola di Ischia l’ormai consueto appuntamento della Summer School della Tecnodid Editrice. Quando ormai oltre venti anni fa si decise di dar vita alla prima esperienza della Summer School ischitana, la scelta di collocare l’iniziativa nella seconda metà di luglio non fu frutto del caso. A cavallo

Dal sistema integrato 0-6 alla filiera professionalizzante

L’intervento della Prof.ssa Formati, posto a cavallo tra le sfide lanciate dalla società alla scuola e le risposte che esse sono chiamate a dare in termini di ricerca e rinnovamento della propria offerta formativa ha fatto da cerniera con le tematiche affrontate nella seconda giornata della Summer School: «La seconda sfida: un patto per le competenze». Sviluppare competenze per le

En attendant les concours

La lunga giornata del 26 luglio è stata dedicata alla delineazione delle eccellenze professionali di cui la scuola deve disporre se vuole affrontare e vincere le complesse sfide che l’ineluttabilità della transizione ecologia e culturale le propongono. Come ha infatti sottolineato Mariella Spinosi nel breve intervento con cui ha introdotto i temi della giornata, per una scuola che voglia essere

Il nostro impegno per vincere le sfide

La mattinata del 27 luglio, già nelle intenzioni iniziali, voleva coinvolgere protagonisti che pur non vivendo direttamente la scuola, partecipano in prima persona alle decisioni che poi nella scuola trovano la loro concreta attuazione: la Senatrice Barbara Floridia, Sottosegretaria del Ministero dell’Istruzione; Ettore Acerra, già Coordinatore dei Dirigenti tecnici centrali e attualmente Direttore generale USR Campania; Ivana Barbacci, Segretaria nazionale

A che punto siamo?

La carriera[1] è uno strumento organizzativo attraverso il quale si attribuiscono ai lavoratori maggiori responsabilità e maggiori poteri, in cambio di un salario più elevato e di un migliore status professionale. Per chiarire meglio: avere maggiori responsabilità significa poter fare attività più impegnative e rispondere dei risultati; avere maggiori poteri significa avere più strumenti, più risorse a disposizione, più influenza