Un quarto di secolo dopo… quale idea di sicurezza? Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del 12 novembre 1994 entrava in vigore il d.lgs. 626/1994 “Misure per la tutela della salute e per la sicurezza dei lavoratori durante il lavoro in tutti i settori di attività privati o pubblici”, atteso da 5 anni, pur con significative resistenze, in attuazione di

Riflessioni sull’indagine INVALSI sulla dispersione scolastica

Il rischio della marginalità sociale Ho esaminato con preoccupazione l’approfondita analisi dell’INVALSI sui livelli di apprendimento rilevati (e da me condivisi per esperienza quotidiana) nelle ultime classi delle scuole superiori poche settimane prima dell’esame di stato: il 7,1% dei ragazzi, dopo almeno 13 anni di scuola, non arriva al livello 3 nelle prove di italiano e matematica e nemmeno al

Valutare il rischio stress lavoro-correlato

Un interessante Convegno Dovrebbe essere noto a tutti che il d.lgs. 81/2008 contiene, rispetto alla legislazione precedente, significative novità tra quali la prescrizione: “la Valutazione dei rischi deve riguardare tutti i rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratori, ivi compresi … quelli collegati allo stress lavoro-correlato, secondo i contenuti dell’accordo europeo dell’ottobre 2004…”(primo comma dell’art. 28). Nel decennale

Il rapporto di Cittadinanzattiva

Non si registrano miglioramenti significativi Leggere il XVII rapporto di Cittadinanzattiva presentato a Roma il 26 settembre u.s. mi provoca non poco sconforto: nulla sembra muoversi sul percorso di miglioramento delle condizioni logistiche delle scuole. I numerosi e preoccupanti dati, alcuni dei quali riportati nella tabella, ricalcano quelli degli anni precedenti. Il monitoraggio, avviato nell’aprile 2019, ha incrociando i dati

La proposta di Cittadinanzattiva e Save The Children Propongo alcune riflessioni sul Manifesto per una proposta di legge sulla sicurezza scolastica con cui Cittadinanzattiva e Save the Children chiedono sia “presentata e discussa dal Parlamento una legge organica che completi e riordini la normativa esistente”, affinché “le scuole siano un luogo sicuro e la sicurezza dei bambini non sia affidata al caso”. La costante preoccupazione per

La cronaca racconta… Dopo la tragedia avvenuta tra venerdì 7 e sabato 8 dicembre in una discoteca di Corinaldo (Ancona), lunedì 10 due stupide bravate hanno creato panico in altrettante scuole di Pavia e del cremonese: i due episodi non hanno prodotto conseguenze gravi e lasciano pensare ad un assurdo spirito di emulazione. Registro che lo stesso giorno alcuni quotidiani

La tragedia di Corinaldo rende di drammatica attualità i problemi della sicurezza e della prevenzione, che si presentano anche nelle nostre scuole e richiedono non solo la predisposizione di tutte le misure preventive e protettive previste dalle norme, ma anche un preciso impegno educativo. Rispondiamo ad una richiesta di aiuto Una stimata collega, dirigente scolastica in una scuola elementare, mi

Dal XVI rapporto di Cittadinanzattiva

Dati sempre preoccupanti Puntuale anche quest’anno è stato reso pubblico lo stato delle scuole italiane, rilevato sia da fonti ufficiali/istituzionali (MIUR, INAIL) sia dal report scaturito dall’invio, da parte di Cittadinanzattiva, di istanze di accesso civico a 7.252 comuni, province e città metropolitane, relative a 6.556 edifici scolastici di 20 regioni. Il quadro è più aggiornato rispetto alla sicurezza sismica,

L’evidente invecchiamento L’art. 28 del d.lgs. 81/08 afferma che la valutazione dei rischi (VdR) deve riguardare anche quelli connessi all’età dei lavoratori, stante l’invecchiamento della popolazione di tutta l’Europa, ove il numero dei cittadini oltre i 60 anni aumenta di circa 2 milioni all’anno. A quale età si diventa vecchi? La risposta è condizionata dalle caratteristiche del soggetto e dal

La prevenzione chiede un’educazione consapevole Ogni rilettura della definizione di prevenzione contenuta nel d.lgs. 81/2008 (art. 3, lett. n) evidenzia la difficoltà di racchiudere in pochi termini concetti densi e obiettivi non facilmente raggiungibili. «Prevenzione»: il complesso delle disposizioni o misure necessarie, anche secondo la particolarità del lavoro, l’esperienza e la tecnica, per evitare o diminuire i rischi professionali, nel