Una proposta di legge a difesa dei docenti

Negli ultimi tempi gli atti di violenza nei confronti del personale scolastico sono diventati quasi una consuetudine. Il riferimento va a quelle rimostranze, mosse da alcune famiglie di studenti bocciati o segnalati per inadempienze e scarso profitto, che si concretizzano in episodi aggressivi o nel ricorso al TAR per tentare di cambiare un verdetto scolastico ritenuto iniquo. È vero: ai

La coesione sociale nell’era digitale

Il 4 ottobre, già da alcuni anni, si celebra il “Giorno del dono”. Tale ricorrenza è stata voluta fortemente dall’Istituto Italiano della Donazione (IID) che ha lavorato a lungo perché venisse istituita con una apposita legge. Si tratta dell’articolo 1 della legge 14 luglio 2015, n. 110, resa possibile anche grazie al patrocinio dell’allora presidente emerito Carlo Azeglio Ciampi: “La

Un antidoto alla fragilità delle giovani generazioni?

La sicurezza stradale è un tema molto discusso a livello nazionale, e oggi ancor più soprattutto alla luce dei dati statistici che rivelano un elevato tasso di lesività e un valore del tasso di mortalità superiore a quello medio europeo, in particolare tra i giovani. Piani per la sicurezza L’introduzione del Piano Nazionale della Sicurezza Stradale (PNSS) 2001-2010, istituito con

Per una crescita sostenibile ed inclusiva

Sabato 15 luglio si è celebrata la Giornata Mondiale dedicata alle competenze giovanili. È stata istituita nel 2014 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite per sottolineare l’importanza di dotare i giovani di strumenti idonei a codificare la complessa realtà conoscitiva e ad orientarsi, con autonomia, consapevolezza e responsabilità, nel governo della globalizzazione societaria. La ricorrenza ha lo scopo, quindi, di valorizzare

Come riavvicinare gli studenti alla lettura

“Il problema serio da porsi è come invertire la tendenza alla non lettura dei giovani. C’è un gruppo minoritario che legge moltissimo e una stragrande maggioranza che non legge quasi niente”. Lo ha detto il Presidente del Senato il 18 maggio scorso in occasione della giornata inaugurale della 35a edizione del Salone internazionale del Libro di Torino. Dal libro ai

Lotta per l’ambiente e contro l’immobilismo dei governi

Nella storia dell’umanità si sono avvicendate svariate forme vandaliche. Negli ultimi tempi alcuni giovani militanti ecoambientalisti hanno preso di mira le opere d’arte per portare all’attenzione della cittadinanza il problema del collasso climatico e per protestare contro l’immobilismo dei governi. Si tratta di un movimento trasversale europeo che anche in Italia sta avendo molto seguito. Il 17 marzo 2023 è

Tutela e promozione della lingua italiana: una proposta di legge

Il 23 dicembre 2022 l’onorevole Rampelli, insieme ad altri ventidue deputati, ha presentato alla Camera la Proposta di Legge n. 734 con l’obiettivo di creare un nuovo vettore culturale e identitario della Nazione. La proposta, infatti, intende dettare nuove “Disposizioni per la tutela e la promozione della lingua italiana” e prevede di istituire un Comitato ad hoc. Il 31 marzo

Spazio educativo per affermare dignità, diritti e valori

Il 27 marzo è stata celebrata la Giornata Mondiale del Teatro e, come da tradizione, è stato richiesto ad una personalità di spicco del mondo delle arti di scrivere un messaggio da trasmettere, per l’occasione, nei luoghi di cultura e di aggregazione di tutto il mondo. Per questa 61° edizione il messaggio è stato scritto da Samiha Ayoub. L’attrice egiziana

Tecnologia e innovazione nella società della conoscenza

Con DIDACTA Italia 2023, dedicata quest’anno allo scrittore Italo Calvino nel centenario della sua nascita (15 ottobre 1923), è tornata a Firenze, presso la Fortezza da Basso, la 6a edizione del più importante appuntamento fieristico per l’istruzione e l’innovazione scolastica. La tre giorni (8-10 marzo) della fiera, confermando la vocazione della scuola all’innovazione e la sua volontà di far proprie

Innovazione o prassi consolidata?

Con il comma 552 (lettera a) della legge di bilancio 2023 (legge 27 dicembre 2022, n. 197) si riconosce l’importanza delle discipline STEM anche nella scuola dell’infanzia e nei servizi educativi 0-3. Si dice infatti: “entro il 30 giugno 2023, definizione di linee guida per l’introduzione nel piano triennale dell’offerta formativa delle istituzioni scolastiche dell’infanzia, del primo e del secondo

Insegniamo ai ragazzi a volersi bene

Risale all’8 febbraio scorso la comunicazione degli esiti della 6a rilevazione del Sistema di Sorveglianza HBSC Italia 2022 [1] relativamente ai comportamenti collegati alla salute dei ragazzi in età scolare. I dati, che in Italia vengono raccolti ogni 4 anni a decorrere dal 2002, sono stati illustrati in occasione del convegno “La salute degli adolescenti” che si è svolto a

Dall’app18 alle attuali scelte culturali

Circa un mese fa la maggioranza di Governo presentò un emendamento alla Legge di bilancio che prevedeva un rimodellamento del Bonus cultura da 500 euro, conosciuto come “18App”, che i diciottenni utilizzavano per l’acquisto di strumenti culturali: libri, dvd o cd musicali, biglietti per l’ingresso a musei, a spettacoli o, comunque, ad eventi culturali. Dal 18App alla Carta della cultura

Essere protagonisti delle proprie scelte

In occasione della seduta congiunta della Commissione Cultura del Senato con quella della Camera del 30 novembre u.s., il Ministro dell’istruzione e del merito ha illustrato le linee programmatiche del suo dicastero. Nell’annunciare un “piano strategico sull’orientamento” per combattere la dispersione scolastica e scongiurare la conseguente esclusione sociale, Valditara ha ipotizzato l’introduzione di una modifica importante dell’impianto scolastico. Un nuovo

La difficile strada per superare le stereotipie

La parità di genere, pur rappresentando da tempo un traguardo di primaria importanza a livello internazionale, viene letta e affrontata in modo differente a seconda del contesto sociale, culturale e istituzionale di riferimento. Nei Paesi islamici la supremazia di genere, legittimata dalla frangia ultraconservatrice del clero sciita a guida del Paese dopo le presidenziali del giugno 2021, comporta per le

La nuova sfida del Governo

Giuseppe Valditara è il 45° ministro di quel dicastero preposto all’amministrazione dell’istruzione dei giovani italiani, la cui esistenza risale al 1861 con il Governo Cavour. Fu soppresso nel 1929 dal governo Mussolini che lo sostituì con il Ministero dell’Educazione Nazionale, denominazione che fu mantenuta fino a quando, nel maggio del 1944, il Governo Badoglio, ricondusse l’apparato alla sua denominazione originaria, quella di Ministero della Pubblica Istruzione. Ministero

La leadership degli insegnanti nella trasformazione dell'istruzione

Ottobre è il mese in cui si celebra la “Giornata Internazionale degli Insegnanti”. È un appuntamento che si rinnova ormai da 28 anni, da quando questa ricorrenza è stata istituita, nel lontano 1994, dall’UNESCO, l’agenzia delle Nazioni Unite che si occupa di conoscenza e patrimonio culturale, congiuntamente con l’OIL (Organizzazione Internazionale del lavoro) e l’Education International, la federazione internazionale che raggruppa

Una scuola di partecipazione democratica

Lo scioglimento delle Camere del 21 luglio 2022, seguito alle dimissioni del premier Draghi, ha decretato la fine della 18a legislatura conducendo alle elezioni anticipate del 25 settembre prossimo dalle quali scaturirà il nuovo esecutivo. L’inattesa chiamata al voto è stata, per molti, motivo di sconcerto, soprattutto per i giovani della cosiddetta Generazione Z che, chiamati alle urne per la

Una professionalità che ha radici lontane

Dopo lo scioglimento delle Camere (21 luglio 2022) che ha decretato la fine della 18a legislatura, il governo che scaturirà dalle elezioni anticipate del 25 settembre prossimo vedrà un nuovo esecutivo, con un nuovo Ministro dell’Istruzione, il 5° in cinque anni. Con le dimissioni del premier Draghi si è concluso, infatti, anche il mandato di Patrizio Bianchi, titolare di alcuni importanti

Dall’alfabetizzazione allo sviluppo personale

Il 15 luglio scorso il MIUR ha emanato la circolare n. 18250 avente ad oggetto le indicazioni sui percorsi di istruzione per gli adulti relative all’anno scolastico 2022/2023. Il riferimento va, sia alle disposizioni impartite con la nota prot. n. 7755 del 3 Maggio 2019[1], sia alla nota prot. n. 29452 del 30 novembre 2021 con cui il MIUR –

Tra elementi oggettivi, effetti distorsivi e tipologie di variabili

L’esame di Stato, momento conclusivo del percorso scolastico, è predisposto per accertare la raggiunta maturazione delle attitudini e delle capacità dell’alunno e, nei percorsi superiori, il raggiungimento di un profilo anche professionale. L’esame, quindi, chiamando in causa i tratti più significativi e qualificanti dell’offerta formativa, deve opportunamente e adeguatamente registrare la crescita della persona in apprendimento al termine del corso.

Come riconoscere il valore del percorso scolastico

Per il corrente anno scolastico 2021/2022 gli esami di Stato conclusivi del secondo ciclo di istruzione sono disciplinati dall’OM 65/2022, emanata ai sensi dell’art. 1, c. 956 della legge 234/2021 (la cd Legge di Bilancio per l’anno 2022) e dal DL 22/2020 (convertito nella legge 41/2020) concernente misure urgenti sulla regolare conclusione e sullo svolgimento degli esami di Stato in epoca

A partire dalla storia e dal suo insegnamento a scuola

Anche quest’anno si è celebrato l’anniversario della Repubblica: il 75°. Si tratta di una data importante, costitutiva, una delle più significative del nostro calendario civile e politico, che però non è mai riuscita a decollare come grande ricorrenza collettiva, al pari di altri Paesi per riconoscimenti di analoga rilevanza. Si pensi, ad esempio, al 14 luglio in Francia o al 4

L’impegno di tutti per ricostruire libertà e pace

Mentre un imponente schieramento di ufficiali, sergenti, soldati e cadetti russi, suddivisi in 33 colonne in marcia, oltre ad ingenti unità di armamenti ed equipaggiamenti, si allineava sulla Piazza Rossa per la consueta parata militare della “Giornata della Vittoria”[1], nel medesimo giorno – il 9 maggio scorso – come ogni anno a decorrere dal 1985, in occidente si è celebrata

Risolvere le disuguaglianze che affliggono la società globale

Quando la morsa della pandemia stava allentando la sua presa, ecco la guerra russo-ucraina che interviene a provocare un nuovo shock nelle nostre vite gettando lunghe ombre sul futuro che ci aspetta. L’inattesa offensiva russa, agìta in una situazione di totale autoreferenzialità tanto da potersi permettere la violazione delle regole del diritto internazionale e del buonsenso, ha soffocato il sacrosanto

Profili di scuola che educa, istruisce e fa crescere tutti

Nella turbolenta fase di insicurezza collettiva, causata dalla simultanea emergenza della perdurante pandemia e del conflitto bellico da poco esploso nel cuore dell’Europa, i nuovi “Orientamenti interculturali”, illustrati il 17 marzo scorso presso l’Università degli Studi Roma Tre alla presenza del Ministro Bianchi, rappresentano l’intenzione educativa e la risposta della scuola italiana al bisogno di pace, di fratellanza e di speranza

Il potere delle parole nella comunicazione

Vivendo oggi nell’era biomediatica, in cui diventa cruciale la condivisione telematica delle biografie personali attraverso i social network, l’evoluzione del panorama mediatico globale ha determinato evidenti trasformazioni all’interno del sistema comunicativo. Con l’irruzione dei social la domanda informativa si è indirizzata su piattaforme online in grado di offrire gratuitamente spazi divulgativi pressoché infiniti. Senonché, il fatto che la crescente mole

L’inclusione per costruire un mondo di pace

Il recente evento bellico, che da quasi un mese sta interessando il territorio ucraino, ha determinato un importante flusso migratorio di civili, soprattutto bambini verso l’Unione europea. Sono migliaia i piccoli ucraini che, per sfuggire ai pericoli nelle aree di conflitto e scongiurare il freddo, la fame e il terrorizzante rumore delle esplosioni, hanno dovuto sfollare dalle loro abitazioni, come

Modificati gli articoli 9 e 41 della Costituzione

Un mese fa la Camera dei deputati ha approvato in via definitiva il Disegno di legge che prevede la modifica degli articoli 9 e 41 della Carta costituzionale. Il testo introduce un nuovo comma all’articolo 9 della Costituzione al fine di riconoscere il principio di tutela dell’ambiente, della biodiversità e degli ecosistemi, anche nell’interesse delle future generazioni. Viene inoltre inserito anche un

Verso una educazione umanitaria

Alla vigilia della celebrazione della Giornata della Memoria ha suscitato profondo sdegno e dolore la vile aggressione di un dodicenne della provincia di Livorno, insultato e colpito da due ragazzine di 15 anni che, dopo averlo percosso e avergli sputato in faccia, nel silenzio e nell’indifferenza di un nugolo di adolescenti spettatori, avrebbero urlato: “Ebreo, muori nel forno”. È così

Un disegno di legge per prevenire povertà educativa e dispersione scolastica

Risale all’11 gennaio scorso l’approvazione alla Camera della proposta di legge “Disposizioni per la prevenzione della dispersione scolastica mediante l’introduzione sperimentale delle competenze non cognitive nel metodo didattico”. In altre parole alcune “posture” come l’amicalità, la coscienziosità, la stabilità emotiva e l’apertura mentale dovrebbero diventare parte integrante dei curricoli di ogni ordine di scuola, dopo una prima fase sperimentale. Lo